Salta al contenuto

Blog Archives

N’Albero: a Napoli l’albero più alto del mondo

N’Albero, inaugurato questa settimana a Napoli, è l’albero di Natale da guiness dei primati. E ora tutto è magia.

 

N’Albero è stato finalmente inaugurato e ha aperto le sue porte (anzi i suoi rami) alle migliaia di cittadini e turisti giunti da tutto il mondo per ammirare l’albero di Natale più alto del mondo. Dopo le aspre polemiche dei mesi scorsi relative alla realizzazione di questa imponente costruzione natalizia.

L’inaugurazione della struttura è avvenuta alla presenza dei principali Enti Istituzionali della città partenopea, l’accensione ufficiale è stata effettuata dal Sindaco Luigi De Magistris, che con orgoglio ha dichiarato: “Napoli è già prima a livello di crescita turistica e culturale con quest’albero non può che consolidare la sua posizione di forza nel mondo, si parla di Napoli in tutto il mondo e sono arrivate richieste di turisti anche per quest’opera ingegneristica”.

N’Albero ha segnato il record di albero più alto del mondo con i suoi 40 metri di altezza e una base di 900 metri quadrati. Una costruzione interamente realizzata in acciaio e ferro. Il luminoso albero di Natale, costruito da Italstage alla rotonda Diaz sul lungomare di Napoli, dotato di ascensore per permettere a tutti di visitare ogni piano, ospita tre terrazze panoramiche, ristorante, bar, attrazioni per i bambini e 15 stand dedicati a prodotti di ogni tipo per soddisfare tutte le esigenze dello shopping natalizio: Flor do’ Café, Decò, Scaturchio, Fontel, Grimaldi, Renault, Vodafone, Allianz, Brognuolo, Clendy, Franchetti, Nemea, Mocks Mondadori e Regina Gennaro.

E’ un momento bellissimo per Napoli. – ha dichiarato Pasquale Aumenta della società di allestimenti Italstage –C’è tanta gente che viene per visitare la città e N’Albero sarà il valore aggiunto in questo periodo natalizio. Non è disponibile neanche un posto letto in questo periodo in città, ci sono dei turisti che hanno dovuto pernottare a Salerno perché Napoli è piena. Queste sono soddisfazioni”.

L’albero di Natale di Napoli sarà inserito nel Guiness dei Primati non solo per la sua grandezza, per il numero delle luci, ben 1.300.000 led multicolore, 3.000 piante verdi come ornamento, ma soprattutto perché è il primo albero transitabile ovvero il primo albero che permette di essere visitato internamente. Un vero e proprio grattacielo a forma di albero di Natale. N’Albero è una vera rivoluzione.

All’interno di N’Albero nei prossimi giorni si susseguiranno interessanti eventi dal coro gospel, eventi eno-gastronomici come “Food & Wine” per permettere ai turisti di conoscere e assaporare le eccellenze del territorio partenopeo, eventi per i bambini come la nuvola di acqua e aria, il presepe, lezioni di yoga, contorsionisti e acrobati e molto altro. E a Capodanno resterà aperto tutta la notte per festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno.

La struttura è visitabile ogni giorno e sarà aperta dalle ore 10:00 alle 24:00 fino a marzo 2017.

Il biglietto di ingresso costa 8 euro, costo che ripagherà i costi comunali per la sua realizzazione.

Fonti: Voce di Napoli, NapoliToday.

Di seguito il video dell’inaugurazione:

0 Continua a leggere →

Napoli è di moda: arte, cultura e moda

Il 13 maggio 2016 Stefania Ricci e Textile Tales portano in scena la seconda edizione di Napoli è di Moda, che mette insieme Arte e Artigianato, per un evento all’insegna di cultura, arte e moda

 

Quest’anno il 13 maggio va in scena la seconda edizione dell’evento Napoli è di Moda. La congiuntura economica attuale, pur facendo registrare qualche segnale di ripresa, si presenta ancora sostanzialmente stagnante per il nostro Paese, e in particolare per la Campania. In questo quadro fosco tuttavia, l’arte, la cultura e la moda rappresentano delle felici eccezioni, proponendosi e talora affermandosi come attrattori e generatori di sviluppo territoriale. Il patrimonio artistico e culturale della regione attrae ogni anno migliaia di visitatori, mentre il settore moda e tessile fa registrare tassi di crescita incoraggianti. La Campania si conferma fucina di imprese nel tessile e nell’abbigliamento, la raffinatezza e l’eleganza dello “stile napoletano” costituiscono un punto di riferimento a livello internazionale, grazie all’elevata qualità produttiva del comparto sartoriale, apprezzato e riconosciuto in tutto il mondo, e alle sedimentazioni culturali lasciate da secoli di storia cittadina.

L’idea

Immaginato dall’imprenditrice Stefania Ricci e messo in campo da Textile Tales, laboratorio di design d’arredo tessile e abbigliamento, il progetto “Napoli è di Moda” mette insieme Arte e Artigianato, Cultura ed Impresa, dando vita ad un momento di incontro tra le più qualificate espressioni territoriali (nuovi stilisti, giovani creativi e buyer) con dinamiche realtà produttive e creative di livello nazionale e internazionale. Se l’intento principale è quello di favorire collaborazioni e rapporti lavorativi e commerciali capaci di mettere in moto processi orientati alla crescita e allo sviluppo, arginando la concorrenza di imprese operanti in aree a basso costo dei fattori della produzione, l’iniziativa si propone altresì di promuovere il patrimonio culturale e artistico della città di Napoli, scegliendo come cornice location cittadine di grande impatto, ma meno conosciute e più “nuove” rispetto ai tradizionali luoghi di appuntamento.

 

La prima edizione

Al suo esordio il 27 e 28 marzo 2015, nella prestigiosa sede della Scuola Notarile Napoletana, la manifestazione ha visto sfilare le collezioni primavera – estate della napoletana Textile Tales, della milanese Ultràchic e della britannica Claire Crowley,con la presentazione di una videoinstallazione prodotta dall’artista napoletana Barbara Jodice. A margine dell’evento, che ha attirato un pubblico di circa 600 persone, trovando ampio riscontro sulla stampa e sui Tg regionali, si è svolto un work shop all’interno del quale aziende e professionalità della moda napoletana e italiana e rappresentanti delle istituzioni hanno potuto incontrarsi, confrontarsi ed immaginare nuovi progetti e possibili collaborazioni. Il progetto, cofinanziato con il POR – FESR 2007 / 2013 – obiettivo operativo 2.6, e patrocinato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, è stato realizzato con la collaborazione di prestigiosi sponsor privati, tra cui BNL – BNP – Paribas.

L’edizione 2016

Sulla scia del successo della prima edizione, e coerentemente con l’idea di rendere “Napoli è di Moda” un appuntamento fisso, Textile Tales organizza l’edizione 2016 della manifestazione, che avrà luogo venerdì 13 maggio 2016, nella suggestiva cornice neoclassica del Complesso Monumentale di Villa Doria d’Angri, già sede dell’Istituto Santa Dorotea e recente acquisizione dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”. Preceduto anche quest’anno da un workshop tematico sulle prospettive delle PMI del settore moda, cui parteciperanno docenti universitari e rappresentanti delle associazioni di categoria e delle istituzioni, l’evento si svolgerà sotto la direzione di Stefania Ricci, ideatrice dell’iniziativa e titolare di Textile Tales, e si avvarrà del supporto organizzativo di MCM Eventi e Congressi. Confermata la collaborazione di Barbara Jodice per la direzione artistica, e di Cetti Capuano per le relazioni istituzionali. Mantenendo come filo conduttore il connubio tra moda e arte, anche nella nuova edizione saranno coinvolti artisti e stilisti già affermati, insieme a realtà emergenti e giovani promesse. La sfilata 2016, che avrà tra i protagonisti il look “seventies” di TextileTales e il casual raffinato e sobrio di Mario Dice, ospiterà come “special guest” il prestigioso marchio “Richmond”, nome di punta delle sfilate milanesi e delle varie “settimane della moda”, conosciuto ed apprezzato a livello planetario. A completare gli outfits in passerella, le calzature di Mario Valentino. Dopo la sfilata gli ospiti saranno intrattenuti con un complimentary party che concluderà l’evento. Confermato anche per questa edizione il patrocinio dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, mentre sono in via di definizione i patrocini della CCIAA di Napoli, dell’Unione Industriali di napoli, della Regione Campania e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Anche quest’anno Marechiaro Villa & Relais è onorata di essere stata scelta tra le location di eccellenza che ospiteranno alcuni ospiti dell’evento.

 

Per maggiori informazioni:

by textiletales

Via M. D’Ayala, 6 – 80122 Napoli

napoliedimoda@libero.it

Fonte: Napoli é di Moda – Textile Tales

0 0 Continua a leggere →