ISCHIA – COLORI E DIVERTIMENTO

Ischia è la più grande isola della Campania, appartenente alle isole Flegree, con oltre 6 milioni di visitatori ogni anno, attratti da un territorio vasto e morfologicamente variegato. L’isola di Ischia è divisa in due parti:

  • Ischia Ponte, conosciuta anche come l’antico Borgo di Celsa (così chiamato per la presenza degli ottimi gelsi), con il centro storico contraddistinto da vicoli e botteghe;
  • Ischia Porto, un piccolissimo borgo di pescatori dove sono presenti le famose terme, apprezzate in tutto il mondo per le loro acque salubri e salutari.

 

Ad oggi Ischia è considerata il cuore dell’isola, caratterizzata da casa bianche e colorate, palazzi signorili, caratteristici vicoli stretti e una meravigliosa pineta che arriva sino alle spiagge. Ischia è famosa per i suoi lidi, per le sorgenti termali, per il turismo e i luoghi storici come il noto Castello Aragonese che anticamente era sede del governatore e del vescovo della diocese.

Il Castello Aragonese, costruito dal tiranno Gerone di Siracusa nel 474 a.C, è una fortificazione che sorge sul versante orientale dell’Isola, il castello è collegato al Borgo di Celsa, Ischia Ponte, attraverso un ponte in muratura di circa 200 metri. L’isolotto dalla particolare forma a cupola, su cui è situato il Castello, è nata da un’eruzione sinattica di circa 300.000 anni fa e raggiunge i 113 mt. di altezza sul livello del mare. Oggi si accede al Castello attraverso un traforo di 400 metri illuminato da lucernari. All’interno sentieri e percorsi portano agli edifici e ai giardini e dal ‘900 è in funzione anche un acensore per facilitare l’accesso e la visita ai suggestivi luoghi. Giunti sulla sommità è possibile visitare la Cattedrale dell’Assunta, bombardata dagli Inglesi nel 1809, con la cripta che custodisce gli affreschi della scuola di Giotto e conserva ancora le spoglie delle famiglie nobili dell’isola.

Oltre al Castello Aragonese e alla Cattedrale dell’Assunta, sull’isola di Ischia è possibile visitare numerose altre strutture ricche di storia e cultura, come:

  • il Museo del Mare;
  • la chiesa della Madonna delle Grazie;
  • la chiesa delle Anime del Purgatorio detta di S.Pietro;
  • la chiesa parrocchiale di S.Maria di Portosalvo;
  • la chiesa dell’Addolorata;
  • la Biblioteca Antoniana;
  • il Palazzo del Seminario;
  • la chiesa dello Spirito Santo.

 

Il Porto di Ischia, che anticamente era un lago aperto poi al mare per favorire il commercio e la rinascita dell’isola, oltre ad essere una zona oggi molto conosciuta per le terme, è caratterizzata anche dalla vicinanza di vie importanti frequentate per lo shopping di alta moda e per la presenza di bar, ristoranti e luoghi di attrazione e divertimento. Percorrendo le vie del Porto è possibile anche giungere al meraviglioso e rigoglioso giardino del Parco della Pagoda, che prende il nome da un’antica struttura in legno, e La Riva destra, dove è piacevole trascorrere le serata in quanto è costellata da ristoranti tipici con vista sul mare per godere del paesaggio e delle prelibatezze tipiche del luogo. 

Per chi volesse dedicarsi agli acquisti, ad Ischia sono note le ceramiche, tipiche di una antica tradizione greca e le terracotte, pertanto, sull’isola è possibile trovare numerosi negozietti di souvenirs dove acquistare oggetti tipici di design.

PROCIDA – RELAX E TRANQUILLITA’

Procida ha una superficie di 3,7 km² e insieme all’isolotto di Vivara vicino rappresentano le isole più piccole dell’arcipelago campano.

Nonostante le piccole dimensioni, Procida è stata scelta da grandi registi come sfondo per capolavori cinematografici, come il famoso film “Il Postino“.

Le coste dell’isola sono molto frastagliate, infatti, si passa da zone sabbiose e basse a promontori a picco sul mare e questo ha permesso la nascita di numerosi porticcioli. Il litorale è tutelato dall’area marina protetta.

Il centro abitato di Procida è di origine medievale ed è diviso in 9 contrate (grancie): Terra Murata, Corricella, il porto commerciale di Marina Grande, San Leonardo, Santissima Annunziata, Sant’Antuono, Sant’Antonio e Chiaiolella. Ogni contrada è luogo di grande attrazione turistica per il mare circostante, le spiagge e per i luoghi caratteristici. Infatti, Procida non è conosciuta solo per il mare, bensì anche per le meravigliose chiese, i vicoli, i promontori, che la rendono un’isola dal paesaggio morfologicamente variegato, che consente di godere di relax e cultura allo stesso tempo.

L’Abbazia di San Michele Arcangelo di Procida è molto conosciuta e sorge sul promontorio di Terra Murata, questa chiesa è simbolo della grande importanza religiosa e culturale dell’isola.

La spiaggia nota per Il Postino è la spiaggia del Pozzo Vecchio, mentre quella a più alto flusso turistico è la spiaggia della Chiaiolella.